Trialmap.it |Il sito dedicato al biketrial

facebook youtube

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 3346

Finalmente è arrivato il telaio tanto atteso...la Kabra F-24!!!

Questo telaio è stato creato e sviluppato da Juan dè la pèna...un nome una garanzia. Stiamo parlando di un pilota Elite da anni nella top ten ai campionati del mondo. Questo telaio è stato specificatamente studiato e realizzato per il trial con le ruote da 24". Miscela il meglio delle geometrie di 20" e 26"; quindi una lunghezza della bici elevata ( 1060 ), una movimento centrale molto alto ( +60 ) e un carro corto ( 363 ). Se da una lato posso solo dare un 10 e lode al telaio per la sua destinazione/utilizzo, studio effettutao, geometrie, dall'altro pecca nelle rifiniture e costruzione. le saldature per quanto siano buone saldature non sono a livelli di altri telai da trial di alta gamma (stiamo parlando di un telaio da 600€...), piccole cose come ad'esempio il terzo attacco saldato al telaio in corrispondenza del tubo sterzo dove agganciare il tubo magura che è stato saldato contro l'altro tubo quindi è inutilizzabile...vabbhè...
E' molto grezzo come costruzione, non si è badato molto alle sottigliezze. il tubo sterzo è taglaito per scaricare peso, la serie sterzo è integrata...fattore che porta a una ben precisa geometria (la bici è consigliata per utilizzo con forcella Echo +40 offset e altezza 400mm), ma anche a una scelta limitata di componentistica. Io ho montato una FSA robustissima su cuscinetti industriali con guarnizioni di tenuta, che pesa comunque meno di serie sterzo al TOP non integrate.

L'archetto di rinforzo se da un lato vien da dire "che orrore!!!" è un punto di forza a mio dire. è un'archetto di rinforzo inegrato saldato su tutta la parte superiore del carro. La cosa interessantissima è che si tratta di un blocco di alluminio tagliato e lavorato con gli attacchi del freno hs33 che sono parte del blocco stesso! questa è una gran cosa per la rigidità e robustezza, e nel caso di sfilettature degli attacchi non c'è problema che al peggio si possono bloccare con un controdado sotto l'archetto di rinforzo.

i forcellini sono orizzontali con il classico sistema dei tendicatena a chicciola. il telaio ha il tubo obliquo curvato che consente una maggiore libertà dagli ostacoli e una rigidità maggiore. il tubo sterzo saldato ha due fazzoletti di rinforzo sopra e sotto.

La parte centrale della bici/carro è interessante. E' un'unico blocco lavorato dal pieno che dà una rigidità elevata al telaio, interessante è l'aggancio del movimento centrale che è filettato nel carro con parecchi scarichi di peso. Questo pezzo e anche il tubo sterzo vanno secondo mè protetti per evitare ingressi di acqua e polvere.

la grafica non è malvagia. é disponibile in due colori, argento e nero anodizzato con delle grafiche semplici e d'impatto...questione di gusti.

Il carro ha una battuta da 116mmm...bhè su questo fattore non mi esprimo...che palle!!! ho dovuto farmi una seconda ruoat perchè quella dell'adamant ha una battuta da 135mm! ok che attualmente tutti i prodotti top di gamma dei mozzi li si trovano anche in misura 116mm (io ho montato una ruota con mozzo Echo LT), ma attualmente tutto il mercato pende al 135mm su 26", nella 20" c'è chi inizia a muoversi in questa direzione..non capisco la scleta di un 116mm. Spero non sia per la questione dei tendicatena interni e il fatto che mozzi del gruppo Echo con battuta 135mm non suppoertano il tendicatena interno a mezo di modifica delle boccole.

Componentistica (copiato/modificato dalla recensione Adamant 24"):

Al posteriore uso cerchio VIZ (già lavorato per il peso allargando i fori di serie) da 47mm, raggi neri sapim sfinati con nipples in ergal 12mm su mozzo ECHO SL no disc. Bhè...poco da dire sul cerchio...leggerissimo, largo e robusto; unica pecca il costo...70€!!
All'anteriore mozzo Echo SL Disc, raggi neri sapim e nipples in ergal cerchio trialtech nero. fori allargati anche qua. Ovviamente il posteriore è montato in 3°; l'anteriore in 3° lato disco e radiale lato dx.
Ruota libera try-all 108.9 (quella modificata ovviamente...), pedivelle try-all 175mm, catena KMC rinforzata, pedali trialtech magnesio. attacco manubrio try-all NUC 125mmx25°, manubrio try-all relevee tagliato a 685mm. Manopole plastica, freno anteriore MAgura HS33 2010 con leva four fingers, posteriore Magura HS33 2010 con leva fourfingers e pattini coust (quelli veri...). Gomme Schawlbe Big betty 2.4 ant + Post, in'attesa di mettere la mow joe da 1.85 all'anteriore.

Test: La bici da un feeling estremo per il trial, sembra di avere in mano un misto fra una hydroxx 26" e una sky 20". C'è poco da dire...creata per il trial si comporta alla perfezione, laterali, puntate, 2 tempi, frontali, ecc....mi manca un test sulla roccia pura (ho girato poco su roccia trovata qua e là) che farò più avanti causa Problemi al collo.
Consente un gran controllo in tutte le situazioni, flessioni telaio 0, ingombri nei movimenti più estremi nessuno. Insomma...studiata, e creata per il trial!
Arrivando dall'adamant 24" ho dovuto resettare tutte le posizioni di equilibrio, movimenti, pesi, bilanciamento. Per chi arriva da bici puramente trial quali kamel, hydroxx, sky, rockman, ecc..non avrà problemi a familiarizzare all'istante con questa bici.
La lunghezza della bici si fà sentire...e si fà sentire in maniera positiva!!! se da un lato richiede una maggiore tecnica/distensione nei passaggi dall'anteriore al posteriore (rispetto a un'adamant 24" abbiamo 2Cm in meno al carro e 2cm in più in lunghezza), dall'altro con le nuove tecniche di guida e l'impostazione stessa della bici la lunghezza maggiore aiuta parecchio.
Il carro è una perfetta via di emzzo fra 20" e 26", non è così rapido e nervoso come una 20, e non è "lento" come una 26, è la sua giusta misura per uan 24".
il movimento centrale è una cosa stupenda...altissimo consente un feeling al 100% per le manovre da trial. Nei laterali sembra già di essere sopra l'ostacolo; nelle puntate e due tempi il corpo è già ben bilanciato in avanti, ha parecchio spazio prima di toccare a terra il movimento così alto...insomma...10+ per quanto riguarda il riding questa Kabra!

Claudio.

Ciao ragazzi! sono qui per parlarvi dell'Adamant 24". Iniziamo subito dal telaio per poi passare alla componentistica montata e poi del test sul campo.

Telaio color Grigio (il colore conta poco e niente, sopratutto questo color roditore...però dai...un colore fuori dalla norma). il telaio è più che robusto...una bella putrella da 2,1Kg. Il telaio arriva con già montato di serie il movimento centrale...c'è poco da dire, è in stile BMX con cuscinetti industriali incassati nel telaio, asse in acciaio. leggero e robustissimo. le geometrie da mè rilevate sono pressochè simili a quelle date dai vari siti. Le variazioni le ho trovate nella lunghezza che si attesta intorno ai 1050 (1048) e il movimento centrale a +28mm. La adamant che sto utilizzando è montata con la nuova forcella Echo da 24" che viene data con un'offset di +45mm. all'anteriore monto una big betty da 2.4. con questi componenti ho rilevate le misure. un voto 10+ agli attacchi magura che sono stati saldati in posizione perfetta rispetto alla centratura del freno sul cerchio (cosa che dovrebbe essere così normalmente direte voi...purtroppo su molti telai non è così!!!). il carro è con i forcellini verticali (una cosa che adoro per la centratura della ruota che non da mai problemi.) e sul lato Dx/catena abbiamo il classico attacco per tendicatena/cambio che si voglia. Battuta carro posteriore 135mm, tubo sterzo 110mm. La cosa che più mi ha fatto innervosire è stata la lunghezza del carro per la catena. 385mm sono una misura stupida...dato che la 24" và montata con un rapporto 18-14 la catena risulta essere molto molle.

Componentistica:

Al posteriore uso cerchio VIZ (già lavorato per il peso allargando i fori di serie) da 47mm, raggi neri sapim sfinati con nipples in ergal 12mm su mozzo ECHO SL no disc. Bhè...poco da dire sul cerchio...leggerissimo, largo e robusto; unica pecca il costo...70€!!
All'anteriore mozzo Echo SL Disc, raggi neri sapim e nipples in ergal cerchio trialtech nero. fori allargati anche qua. Ovviamente il posteriore è montato in 3°; l'anteriore in 3° lato disco e radiale lato dx.
Ruota libera try-all 108.9 (quella modificata ovviamente...), pedivelle try-all 175mm, catena KMC rinforzata, pedali trialtech magnesio. attacco manubrio try-all NUC 125mmx25°, manubrio try-all relevee tagliato a 685mm. Manopole plastica, freno anteriore hope monotrial modello vecchio e posteriore Magura HS33 2010 con leva fourfingers e pattini coust (quelli veri...). purtroppo dicono "a bombazza" in giro...che palle...ho messo la sella alla bici!!! vabbhè...così quando la cambio e prendo la ....Ooppsss...stavo per tradirmi! così quando la cambierò e toglierò di colpo 300gr di sella e sellino sarà più bello! serie sterzo Echo SL (ottima serie sterzo...consigliatissima!!!), forcella ECHo 24" (l'unica che esiste dedicata con attachi magura hs33 spostati per il cerchio da 24") le geometrie sono quella della 26".

Personalmente tengo la bici con un setup prettamente da trial...niente spessori sotto l'attacco manubrio, manubrio girato in avanti. Dopo 2-3 settimane con il disco all'anteriore sono passato da 2-3 allenamenti all'HS33 all'anteriore...bhè...sto ritrovando il vecchio feeling da trial puro che cerco in una bici! mi manca solo di cambiare la gomma all'anteriore, mettere una mow joe da 1.85 che tolgo altri 200Gr e ho una misura inferiore e poi sono a posto!

Test utilizzo: La bici si comporta bene, risponde bene a tutto, nessun segno di cedimento, torsione. al posteriore nonostante non è presente un'archetto di rinforzo il magura non è spugnoso e ben potente (da tenere presente che il magura non lo utilizzo con l'olio di serie ma con liquido tipo H2O e spurgato ad'arte...quindi il 90% della spugnosità del freno è eliminata), il carro non flette molto, ha la sua giusta flessione ad'alte pressioni di frenata. Il feeling con la bici mi pare ottimo, si capisce da subito che è nata per mangiare asfalto in drop e altri giochetti alla Danny MC. Io dato che non mi chiamo danny MC cerco di rifare ciò che facevo con la 26"...trial! Frontali in touch-hop dà parecchia fiducia e sto già tentando di riprendere i vecchi "record" e passaggi, quindi da questo punto è un'ottima bici vista anche in versione street di bunny-hop in velocità. L'angolo molto chiuso del tubo sterzo aiuta per le puntate. il movimento centrale basso è molto comodo per i piccoli movimenti, giochetti da street, ecc...si rivela scomodo per manovre puramente trial dove un movimento a +50 si rivelerebbe meglio. Nel generico dò una buona valutazione di 8 1/2. c'è anche da prendere in considerazione fino a che limiti uno vuole spingere questa bici...se mi si viene a parlare di fare 2 tempi da 1.90, laterali da 1.40 allora avete sbagliato bici! se vi "accontentate" di stare entro livelli umani vi soddisferà in tutto e per tutto, puntate, passaggi anteriore posteriore, frontali, laterali, drop, ecc...và più che bene! Ricordiamoci che fino a uno/due anni fà bici con movimento centrale a +2 ( e anche a +0) erano le bici da gara al top con cui facevano numeri assurdi...basta saperli fare!

Queste ruote da 24" mi piacciono molto. sono una scelta valida alla 26". ti consentono le manovre della 26" senza spingerti ai limiti di altezza che la 26" può darti (stiamo parlando di livelli da pro...), e non è così drastica come le ruotine da 20" che sono molto scomode in alcune situazioni.

Diciamo che il peso svaluta un pò il telaio, visto dal lato robustezza invece è un pregio questo fattore.
Ben costruita, semplice senza tanti fronzoli. Robusto e "innovativo" per il trial il tipo di movimento centrale...pessimo per manutenzione ed eventuale sostituzione che ti obbliga al 100% a prendere lo stesso movimento senza alcuna possibilità di scelta. Cosa che mi ha fatto parecchio innervosire è la NON presenza di attacchi/guide per la tubazione del freno posteriore...cioè...ho dovuto mettere delle orrende fascette attorno ai tubo superiore del telaio per tenere il cavo. non mi metto di certo a cercare/comprare dei sistemi di supporto della tubazione da incollare al telaio. questo fattore ha svalutato di 1 punto al bici!!! Le geometrie sono palesemente copiate dalla blasonata Inspired...bhè...potevano variare in qualcosa cercando una versione più trial, una più street...bhè dal gruppo echo le tre bici da trial 24" hanno geometrie pressochè identiche senza grosse variazioni.

Bici consigliata a chi vuole sbizzarrirsi in manovre da street/trial e cerca in una bici qualcosa di duraturo (occhio ai componenti scelti!!!) senza preoccupazioni. per chi cerca lo street puro potrebbe andare bene, regolatevi con la componentistica. per chi cerca una 24" per fare trial trial...bhè con l'adamant avrete da divertirvi ma anche da sudare ma non smetterà di darvi soddisfazioni!


Claudio.